PREZZI
 

 

 
 
     

il vino


 

l'olio


 


Sette ettari di vigneti (di età variabile, da 40 anni ai recenti impianti) sulle colline del Valdarno a 300 m di altezza, in coltivazione biologica da oltre 20 anni. Soprattutto sangiovese, con il contorno degli altri autoctoni del nostro terroir: canaiolo, colorino, ciliegiolo e le bianche malvasia e trebbiano. La vendemmia è manuale, con progressive selezioni; la vinificazione è sostanzialmente tradizionale, nella cantina dell’azienda, utilizzando vasche in acciaio e botti in legno.

 

Il Terraio (igt Toscana): da uve bianche di trebbiano e malvasia (più piccole percentuali di vitigni locali). Prolungata macerazione sulle bucce. Colore giallo intenso, profumi floreali e di frutta. Di corpo e struttura, in bocca ha frutta secca e buona componente acida. Da bersi giovane, con piatti di verdure, salumi e formaggi. (scheda)

 

Il Rosso (igt Toscana): proviene dalla vinificazione di uve sangiovese (70-75%), ed una piccola parte di uve bianche, più altri vitigni locali, come canaiolo e ciliegiolo. E’ un vino giovane, fresco, leggermente tannico; è adatto al consumo nell’annata, per accompagnare la cucina quotidiana. (scheda)

 

Chianti (docg Colli Aretini): sangiovese (90%), più altri vitigni locali (colorino del Valdarno, canaiolo, ciliegiolo).
La vinificazione è semplice e tradizionale: fermentazione per 8-10 giorni con vari rimontaggi, con maturazione in vasche di acciaio ed imbottigliamento nel settembre successivo alla vendemmia. Vino dal colore rosso rubino brillante, profumo intenso con sentori di viola e ciliegia e sapore armonico e asciutto, vivace e leggermente tannico. È un Chianti “tradizionale” da apprezzare in gioventù, con la cucina di ogni giorno.
(scheda)


Vignanova (igt Toscana): il “Vignanova” è il nostro vino rosso da invecchiamento, ottenuto da uve sangiovese (e una piccola parte di uve colorino Valdarno).
La vinificazione prevede frequenti rimontaggi, prolungata macerazione secondo le annate, maturazione in barriques (di secondo e terzo passaggio) per dodici mesi e messa in bottiglia dopo due anni dalla vendemmia, con successivo affinamento per almeno un anno.
È un vino “per le occasioni”, da solo o in abbinamenti importanti (formaggi, umidi). Da aprire un po’ prima e servire ad una temperatura di almeno 20 gradi. (scheda)

Pugnirosso (igt Toscana): da uve Pugnitello, antico vitigno autoctono diffuso nelle campagne di Arezzo e Siena. Fermentazione in piccola vasca di acciaio con frequenti follature manuali, macerazione prolungata per 20 giorni. Maturazione in botte per quattordici mesi. (scheda)

 

 

 

Vin Santo (doc Chianti): è in Toscana il vino della tradizione e dell’ospitalità. Proviene dall’appassimento di uve bianche (malvasia e trebbiano) e dal lungo invecchiamento (3-4 anni) in piccoli caratelli. Colore ambrato, profumi di frutta secca, spezie e canditi; dolce in bocca, con forza alcolica e pastosità, finale amaricante. Si può invecchiare a lungo. Vino da dessert e da compagnia. Da bere fresco.

 

 

 

Bassissima acidità, colore verde intenso alla spremitura e, qualche mese dopo, giallo oro; fruttato pieno, pronunciata armonicità, con sensazioni nette di erbe, pinoli, carciofo.
Caratteristici del nostro terroir, il piccante e la persistenza.